Jacobs-Wicki-Tortu (foto archivio)
Jacobs-Wicki-Tortu (foto archivio)
FASTWEB

La grande sfida del giorno di Ferragosto, a La Chaux de Fonds, tra le 13,50 e le 15, avrà un coprotagonista, Silvan Wicki, sulla carta leggermente meno quotato dei nostri due atleti, Filippo Tortu e Marcell Jacobs, ma capace in ogni caso di realizzare, quest’anno, il suo personale di sempre con 10″11 e che, di conseguenza, cercherà di sfruttare tutte le sue doti agonistiche e l’atmosfera di grande competitività, per attaccare il primato elvetico, 10″08, realizzato proprio a La Chaux, l’anno scorso, da Alex Wilson che quest’anno non ci sarà per problemi a un ginocchio.

La notizia delle ultime ore è che gli organizzatori faranno le batterie partendo dal principio dei più accreditati subito insieme per cui, nella prima serie, tra la 4° e la 6° corsia ci saranno subito affiancati i tre atleti con Wicki presumibilmente in mezzo tra i due italiani.

Scorrendo l’elenco degli altri partecipanti dei 100, oltre agli olandesi Taymir Burnet e Joris Van Gool e al ghanese Sean Safo-Antwi, spiccano in una delle varie sfide per ottenere un posto nella squadra della 4×100, Roberto Rigali e Andrea Federici che tornano a sfidarsi dopo Pavia ed anche Antonio Infantino.

I principali altri italiani in gara nel meeting

Grande attenzione dovrà essere posta alla gara dei 400 metri dove torna sui blocchi Vladimir Aceti, capace quest’anno di migliorare due volte il proprio personale del 2017 e di tornare finalmente sotto i 46 secondi con decisione, 45″84 il suo miglior tempo e personale ottenuto a Savona.

Se la vedrà con l’olandese Jochem Dobber anche lui al personale in questa stagione con 45″94, 10 centesimi peggio dell’azzurro, per cui potrebbe venirne fuori una gara molto bella ed equilibrata in cui entrambi tireranno fuori il meglio di se e punteranno a un crono importante.

Ricordo che l’anno scorso, proprio a La Chaux, Davide Re ottene il suo storico record italiano di 44″77.

Torna in pista dopo la serata tarda e sfortunata di Langenthal, Fausto Desalu che corre i 200 su una pista che gli ha sempre portato bene, l’anno scorso fece il personale stagionale di 20″26, sua seconda miglior prestazione di sempre dopo il 20″13 di Berlino 2018.

Nei 400 ostacoli ci sarà Mario Lambrughi dopo le prime gare confortanti tutte sotto i 50 secondi e in miglioramento mentre risulta iscritto anche Lorenzo Vergani che ha un po’ stentato al debutto.

Da ricordare, anche, nei 100 e 200 femminili l’iscrizione della giovane Chiara Melon.

Vladimir Aceti (foto Fidal)
Vladimir Aceti (foto Fidal)

 

 

 

 

 

 

 

Fastweb Fibra