Marcell Jacobs - Filippo Tortu (Foto Colombo Fidal)
Marcell Jacobs - Filippo Tortu (Foto Colombo Fidal)
FASTWEB

E’ stato un annuncio un po’ a sorpresa quello di ieri sera di Marcell Lamont Jacobs, il quale dopo la vittoriosa finale del Meeting di Turku, con l’ottimo crono di 10″11, ha dichiarato che il suo prossimo appuntamento agonistico sarebbe stato il 15 agosto a La Chaux de Fonds, dove è già stata annunciata, da giorni, la presenza di Filippo Tortu.

La sorpresa nasce solamente dal fatto che la programmazione agonistica del forte sprinter desenzanese, reduce da due impegnative manifestazioni, Trieste il 1 agosto e Turku, ieri sera, in cui ha corso batteria e finale in entrambe le occasioni, avrebbe fatto presagire successivi impegni con un recupero leggermente più ampio.

Tra l’altro, nelle dichiarazioni di Marcell di ieri sera, abbiamo letto che l’atleta confida, tra le due gare che disputerà a La Chaux, in un recupero tra batteria e finale di tre ore e mezza ma, realisticamente, dal programma gara che abbiamo in mano da settimane e anche dal sito ufficiale della manifestazione, gli orari delle due gare sembrano definiti in ben altro modo: serie iniziale ore 13,50 e finale ore 15,00.

Si preannuncia, dunque, una grandissima sfida in cui, se le condizioni climatiche come sembra dalle previsioni saranno ottimali, si potrebbe assistere a un evento realmente storico con due atleti italiani che tenteranno di scendere entrambi sotto la soglia fatidica dei 10 secondi, nei 100 metri, con in palio il record italiano di 9″99 di Tortu.

Ovviamente non sono “Nostradamus” ma è ormai risaputo come la pista di La Chaux de Fonds, collocata a 992 metri slm in un contesto particolare, oltretutto, a livello di qualità dell’aria e umidità, possa regalare condizioni ideali specie per i velocisti.

La stato di forma di Marcell e Filippo, che si sono incontrati a Savona il 16 luglio scorso, era apparso in quell’occasione molto simile con il lombardo di origini sarde a prevalere di 2 centesimi, 10″12 vs 10″14, mentre le gare successive hanno sostanzialmente confermato la condizione di Jacobs, a livello cronometrico, nelle due finali di Trieste e Turku, 10″10 e 10″11 (10″23 e 10″29 in batteria) mentre Tortu ha solo corso una serie a Langenthal, 10″18, senza avversari di stimolo e con vento molto limitato.

In definitiva se Marcell riuscirà a recuperare l’importante sforzo atletico sostenuto ieri sera, avrà meno di quattro giorni, correndo su tali livelli potrà certamente guadagnare tra i 10 e i 15 centesimi, in funzione della pista.

Lo stesso discorso vale ovviamente per Filippo che, però, in qualche modo non dovrebbe aver espresso tutto il suo potenziale nell’ultima uscita, certamente sarà più riposato e avrà due prove per tirare ai massimi e tentare l’impresa.

Chiunque vinca ci auguriamo veramente sia una grande festa dell’Atletica Italiana che, da tantissimi anni, non stava vivendo momenti di enorme interesse agonistico e che sta catturando sempre più appassionati grazie alle prestazioni eccellenti dei nostri Atleti, in varie discipline.

Venerdì sera, tra l’altro, ci sarà la prima tappa della Diamond League a Montecarlo con il tentativo di record sui 5000 metri di Yeman Crippa con diretta sky sport, mentre le batterie e le finali del Meeting de la Chaux de Fonds potranno essere viste in streaming direttamente sul nostro sito.

Il sito dell’evento con iscritti e orari gare

 

 

Fastweb Fibra