Trofei Diamond League (foto diamondleague.com)
Trofei Diamond League (foto diamondleague.com)
Fastweb Casa ADSL

E’ stato ufficializzato, ieri, quanto già annunciato alcuni giorni fa da Sebastian Coe, vale a dire una serie di novità, intorno al circuito di gare della Diamond League, la cui essenza principale è la riduzione del format televisivo da 120 a 90 minuti.

Era inevitabile che, in funzione di tale scelta fatta non certamente per fare un dispetto a qualcuno, ma solo per cercare di creare maggior interesse intorno all’Atletica Mondiale, snellendo il programma gara per la tv, si dovessero escludere delle competizioni che, per il 2020, sono i 200 metri, i 3000 siepi, il triplo e il disco.

Ho già letto, in giro, una serie di polemiche che non mi trovano assolutamente d’accordo. E’ necessario essere realisti nella misura in cui va considerato il punto di vista degli appassionati di eventi sportivi, che sono un’infinità di volte maggiore rispetto agli appassionati di Atletica, quelli a cui, come chi vi scrive, piace vedere anche il passaggio della riviera dell’ultimo atleta dei 3000 siepi.

L’obiettivo di una IAAF moderna, che vuole diffondere questo sport, cercando di competere con quelli molto più seguiti, deve essere di creare eventi sempre più coinvolgenti, con il minor numero di tempi morti e, per fare questo, ci sono dei passaggi inevitabili come quello di ridurre il numero delle gare.

Sebastian Coe è certamente uno che ama l’atletica e ha fatto fare dei sondaggi, molto articolati, in tantissime nazioni del mondo, alla fine dei quali è emerso che la disciplina più amata sono i 100 metri, mentre quelle ritenute meno interessanti sono i 3000 siepi, il triplo e il disco.

I 200 metri sono risultati in quinta posizione, come gradimento, dopo lungo, alto e asta, ma sono stati sacrificati perchè i protagonisti dei 100 sono quasi gli stessi.

Chiaro è che Noah Lyles potrebbe avere qualcosa da ridire, perchè poi è chiaro che tra i velocisti ci sono quelli più forti su una distanza piuttosto che un’altra ma, come detto, c’era una scelta da fare, in considerazione della necessaria riduzione dei tempi televisivi per cercare di convogliare, il più alto numero di appassionati di sport, davanti alla televisione.

Le specialità ufficiali della Diamond League

Saranno dodici, quindi, sia maschili che femminili, con l’unica differenza che le donne corrono i 100 sugli ostacoli, mentre gli uomini i 110.

  • 100
  • 400
  • 800
  • 1500
  • 3000
  • 110/100 H
  • 400 H
  • lungo
  • alto
  • asta
  • peso
  • giavellotto 

Le gare fuori classifica

In realtà poi, i 200 metri e i 3000 siepi saranno presenti in 10 meeting (cinque volte al maschile e cinque al femminile), tra cui Doha, Milano, Oslo, mentre altre due tappe proporranno triplo e disco (una volta e una volta).

Tutte queste gare saranno sempre fuori classifica e fuori format televisivo, intese come discipline aggiunte e nessuna di queste sarà disputata nella finale unica di Zurigo.

World Athletics Continental Tour

Da ricordare, in ogni caso, l’istituzione di questo nuovo circuito parallelo alla Diamond League, dove Coe ha detto che saranno valorizzate le competizioni escluse dal tour principale.