Jemma Reekie (foto European Athletics)
Jemma Reekie (foto European Athletics)
FASTWEB

La conoscevamo perché, la scorsa estate a Gavle, durante i Campionati Europei under 23, aveva vinto i titolo degli 800 e dei 1500, battendo in quest’ultima specialità la nostra Marta Zenoni, giunta terza.

Sapevamo che fosse un’atleta di buon livello, 22 anni da compiere a marzo e un personale sugli 800, outdoor, di 2’01″45, ma nessuno poteva aspettarsi che Jemma Reekie compisse l’impresa di correre, ieri, a Glasgow, in un impianto al coperto e quindi con 4 curve in più rispetto all’aperto nel mostruoso tempo di 1’57″91, migliorandosi di 3 secondi e mezzo in termini assoluti e di oltre 5 secondi nel raffronto tra gare indoor.

Oltretutto la Reekie ha ottenuto il primato nazionale del suo paese e battuta una grandissima atleta quale Laura Muir giunta seconda con il tempo di 1’58″42, anche lei, peraltro, ottenendo il suo personale che era 1’59″50.

Il tempo della Reekie è il più veloce 800 metri indoor corso, nel mondo, dal 2006 e l’undicesima prestazione mondiale di tutti i tempi.

 

 

Fastweb Fibra