Super Dester riscrive dopo 26 anni il record italiano nel decathlon: 8218 punti

Splendida impresa del multiplista azzurro nel corso degli Europei di Monaco

FASTWEB

Nella seconda giornata dei Campionati Europei di atletica, in corso di svolgimento a Monaco di Baviera, l’Italia è entrata di forza nel medagliere con tre podi di cui l’oro di Jacobs nei 100 metri, e i due bronzi di Crippa nei 5000 e Giupponi sui 35 km di marcia, che rappresentano già un progresso rispetto alla precedente edizione di Berlino 2018 quando il bottino complessivo fu di solo 4 terzi posti.

Al di là di questi splendidi risultati, ce n’è stato però un altro non contraddistinto da una medaglia, ma che ha un grandissimo valore in quanto è stato battuto un record italiano che resisteva da 26 anni, quello degli 8169 punti che Beniamino Poserina totalizzò nel decathlon il 6 ottobre 1996 a Formia, ad opera del 22enne Dario Dester che ha chiuso ieri la sua due giorni di gare, dopo la decima massacrante prova sui 1500 metri nella specialità degli autentici superatleti dell’atletica, con il punteggio di 8218.

La prova di Dario è stata esaltante sino alla fine ed ha anche lottato per conquistare un posto sul podio, essendo rimasto in seconda posizione per lunghi tratti della competizione, ma poi purtroppo è scivolato in quinta dopo la nona prova del lancio del giavellotto e, nella sesta definitiva finale, dopo la terribile gara del mezzofondo, non togliendo nulla alla sua fantastica impresa.

Sinceramente era difficile immaginare che Dester sarebbe riuscito ad esprimersi a questi livelli, a una età così giovane, in una disciplina in cui si acquisisce generalmente dopo i 25 anni la giusta maturità, forza ed esperienza per esprimersi ai propri massimi livelli e questo dimostra, quindi, che l’atleta ha certamente ancora grandissimi margini di crescita per poter puntare ad obiettivi ancora più prestigiosi.

Se, prima di questo decathlon, il suo punto debole poteva essere identificato nei lanci, molto significativo è stato il fatto che abbia realizzato tre personali in queste specialità, con 14,56 nel peso, 43,04 nel disco e 57,24 nel giavellotto, ma ovviamente tutte le sue prove sono state al limite delle sue possibilità, e da ieri Dester può certamente essere annoverato tra i migliori specialisti in Europa con un futuro roseo da poter vivere anche a livello mondiale.

Per la cronaca il successo finale è arriso con 8545 punti al tedesco Niklas Kaul, già campione del mondo a Doha 2019 con il proprio personale di 8691, davanti allo svizzero Simon Ehammer con 8468, anche lui 22enne peraltro e che ha riscritto il record nazionale della sua nazione che già gli apparteneva con 8377, mentre terzo è stato l’estone Janek Oiglane con 8346.

Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)
Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)

Le dichiarazioni di Dario: “Contentissimo di aver fatto questa prestazione in una competizione di così alto livello con questi ragazzi che sono veramente fortissimi. Io sono senza parole, ho dato tutto fino alla fine, non ce la faccio più. È record italiano ma c’è ancora tanto su cui lavorare: ho fatto tre personali nei lanci, ma nei salti si può fare ancora meglio.

Nei 1500 sono morto, ero veramente distrutto ma la strada è quella giusta. Ringrazio i Carabinieri e il mio coach Pietro Frittoli con cui sto facendo un lavoro spettacolare”.

Quello di Dester è il miglior piazzamento azzurro nel decathlon in venticinque edizioni degli Europei e, in tal senso, bisogna tornare indietro fino al 1934 per ritrovare la settima piazza di Eletto Contieri nell’edizione inaugurale di Torino e poi il nono posto di William Frullani sempre a Monaco di Baviera nel 2002, mentre quattro anni fa vi fu la decima posizione di Simone Cairoli a Berlino.

Riassumendo nella prima giornata Dario ha ottenuto 10″81 sui 100 metri, 7.46 nel lungo, 14.56 nel peso, 2.02 nell’alto e 47″90 nei 400 metri, mentre nella seconda 14″44 nei 110H, 43,04 nel disco, 4.90 nell’asta, 57.24 nel giavellotto e infine 4’41″63 sui 1500 metri.

Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)
Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)

La sintesi dei suoi inizi agonistici

Dester è nato il 22 luglio 2000 Gavardo ed ha cominciato a praticare l’atletica da bambino per gioco con il vortex che gli piaceva tantissimo per poi fare anche qualche gara da cadetto, a 14 e 15 anni, nel lancio del giavellotto.

Al 1° anno allievo, invece, la sua strada agonistica si è incrociata con quella di Sveva Gerevini, specialista azzurra dell’eptathlon che proprio oggi inizierà la sua fatica agli Europei di Monaco, che conosceva sin da piccolissimo e che si allenava nel suo stesso campo sportivo di Cremona.

Da li è iniziata gradualmente una grande passione per le prove multiple, con la scelta di dedicarsi a tempo pieno ad esse, nonostante poi di fatto abbia delle predisposizioni particolari su alcune discipline quali ad esempio il salto in lungo, dove vanta un personale di 7.68, che se allenato specificamente lo porterebbe ovviamente a ben altre misure.

Ma la realtà è che Dario, come ebbe modo di confessarci in un’intervista che ci concesse un anno e mezzo fa circa, si annoia ad allenarsi per più di due giorni sulla stessa disciplina perché poi essere multiplisti è qualcosa che devi avere nel sangue per poter avere   oltre la passione la capacità di resistere alla fatica oltre ogni limite possibile e immaginabile.

In tal senso si allena circa 9/10 volte alla settimana, con un giorno di riposo, ovviamente doppiando in alcuni giorni, cercando di lavorare su tutte le varie gare, ogni 7 giorni, e seguendo anche la sequenza di quella che sarà poi la competizione reale.

Ovviamente non sono sempre sedute fatte con la massima intensità e, in funzione di vari fattori, ci sono anche giornate di recupero attivo, la cosiddetta rigenerazione sia fisica che mentale.

Oltre ad essere un super atleta Dario è un ragazzo che tiene molto allo studio ed è iscritto al terzo anno del corso di laurea in Giurisprudenza all’Università Statale di Brescia.

Tutti gli orari degli azzurri del 17 agosto

  • 9.35 Martello M Qualificazione (A)
  • 10.30 100hs F Eptathlon GEREVINI
  • 10.50 Martello M Qualificazione (B)
  • 11.05 400hs M Batterie BERTONCELLI, LAMBRUGHI
  • 11.35 Alto F Eptathlon GEREVINI
  • 11.40 400hs F Batterie OLIVIERI, SARTORI
  • 12.20 Disco M Qualificazione (A)
  • 12.35 Triplo F Qualificazione CESTONARO, DERKACH
  • 13.35 Disco M Qualificazione (B)
  • 19.54 Peso F Eptathlon GEREVINI
  • 20.00 Asta F Finale Bruni
  • 20.15 Triplo M Finale  Bocchi, Dallavalle, Ihemeje
  • 20.30 110hs M Semifinali Fofana
  • 21.05 Martello F Finale Fantini
  • 21.10 200 F Eptathlon GEREVINI
  • 21.43 400 M Finale
  • 22.02 400 F Finale
  • 22.22 110hs M Finale ev. Fofana
Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)
Dario Dester (foto Colombo/FIDAL)

Tutti i risultati

Sport OK Junior