Alfio Giomi (foto FIDAL)
Alfio Giomi (foto FIDAL)
FASTWEB

L’ epidemia da Covid-19 che si è abbattuta, da oltre un mese, su tutta Italia e ormai, su quasi tutto il Mondo, ha inevitabilmente avuto ripercussioni anche nell’ambito delle manifestazioni sportive, con tantissimi annullamenti o rinvii tra cui, il più eclatante, è stato quello delle Olimpiadi del Giappone che sono state spostate esattamente di un anno alla fine di luglio del 2021.

In tutto questo ci sono alcune conseguenze di carattere istituzionale, quali possono essere i rinnovi delle cariche dirigenziali delle varie federazioni sportive che sono, nella stragrande maggioranza dei casi, previste dai rispettivi statuti nell’anno olimpico.

Crediamo, ovviamente, che il problema dei rinnovi delle massime cariche di una federazione sportiva sia questione di trascurabile conto in questo particolare momento storico ma, per una corretta informazione, in considerazione del fatto che lo stesso Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha fatto ieri un accenno, nel corso di un’intervista alla Gazzetta, dando quasi per scontato che le varie elezioni federali saranno rinviate di un anno, troviamo corretto riportare quanto previsto dallo Statuto della FIDAL.

L’art 10 dello stesso, al punto 3, sancisce che l’Assemblea Nazionale (quella preposta per il rinnovo di tutte le cariche federali) debba tenersi in seduta ordinaria, entro il 31 dicembre dell’anno dello svolgimento dei Giochi Olimpici estivi.

L’art 11, invece, al punto 1, parla di un’Assemblea Nazionale Straordinaria che viene convocata dal consiglio federale, entro 90 giorni, su una di queste tre diverse eventualità:

  1. metà più uno degli affiliati aventi diritto al voto e che detengano almeno 1/3 dei voti sul territorio nazionale.
  2. metà più uno dei componenti del consiglio federale.
  3. metà più uno degli atleti e tecnici maggiorenni societari aventi diritto di voto.

A nostro personale modo di intendere tale ultimo articolo è stato inserito per eventualità ben diverse da una situazione eccezionale come quella che si sta verificando, e che ha portato, per la prima volta nella storia, al rinvio di un anno di un’Olimpiade.

Crediamo, quindi, anche sulla base di quanto fatto sottintendere dal Presidente del Coni, che il mandato di Alfio Giomi sia automaticamente rinnovato sino alla fine del 2021.

 

 

 

 

Sport OK Junior