Una mostruosa Femke Bol sfiora il primato europeo dei 400 H: 52″37

Sensazionale gara nel corso della Diamond League di Stoccolma, con tre atlete sotto i 53 secondi.

FASTWEB

Una gara che non ci si aspettava, quella dei 400 ostacoli femminili del Bauhaus-Galan 2021 di Stoccolma, tappa svedese della Wanda Diamond League, con la sempre più sorprendente olandese Femke Bol che si migliora ulteriormente, addirittura di quasi un secondo rispetto a giovedì sera ad Oslo, correndo la distanza in un sensazionale 52″37, neanche troppo lontano dai crono superlativi delle due statunitensi favorite per le Olimpiadi, McLaughlin e Muhammad, e mettendo quindi una seria opzione per un podio ai prossimi giochi a cinque cerchi.

La Bol, oltre ad aver ovviamente ritoccato il record nazionale olandese, diventa la quarta nella storia di tutti i tempi di tale specialità a soli tre centesimi dal record europeo della russa Yulia Pechonkina, 52″34, che fu primato mondiale dal 2003 al 2019.

Al secondo posto, stratosferica gara anche della statunitense Shamier Little, altrettanto sontuosa con un 52″39 di suo primato personale che la pone al quinto posto di sempre, di ogni epoca, ma molto brava anche l’ucraina Anna Rhyzhykova che, con 52″96, sfonda anche lei il muro dei 53.

Ricordiamo che Femke Bol è allenata da Laurent Meuwly, tecnico svizzero di grande spessore internazionale che, tra gli altri suoi successi, è l’artefice dell’esplosione agonistica della campionessa europea dei 60 indoor Ajla Del Ponte.

Tutti i risultati

Sport OK Junior