Malaika Mihambo (foto World Athletics)
Malaika Mihambo (foto World Athletics)
FASTWEB

La campionessa del mondo del salto in lungo Malaika Mihambo ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno superando la barriera dei 7 metri per la prima volta in questa stagione con 7.03m nonostante una rincorsa accorciata al meeting tedesco di Dessau, tappa del Continental Tour.

Nella seconda gara di salto in lungo della stagione la saltatrice di Heidelberg era in terza posizione dopo i primi quattro tentativi alle spalle della bielorussa Nastassia Mironchyk Ivanova (6.72m) e dell’ucraina Maryna Beck Romanchuk (6.68m).

Beck Romanchuk (argento ai Mondiali di Doha) si è portata in testa con un salto da 6.85m al quinto tentativo, ma Mihambo ha risposto subito volando a 7.03m.

La prestazione della tedesca incrementa di dieci centimetri la migliore prestazione mondiale dell’anno stabilita da Mironchyk Ivanova a Innsbruck nello scorso fine settimana.

Malaika Mihambo: “Ha funzionato tutto alla perfezione nell’esecuzione del salto. Ho realizzato l’obiettivo che sognavo di raggiungere quest’estate saltando con una rincorsa ridotta”.

Vetter 86.17m nel giavellotto

Il campione del mondo di Londra 2017 Johannes Vetter ha vinto il lancio del giavellotto con 86.17m rispondendo all’ultimo tentativo al sorprendente moldavo Andrian Mandare, che si era portato in testa con un lancio da 84.41m pochi minuti prima.

Vetter gareggiava due giorni dopo l’incredibile lancio da 97.76m (secondo lancio della storia dopo Jan Zelezny) nel Continental Tour di Chorzow.

Johannes Vetter: “Piccoli dettagli possono fare la differenza. Domenica scorsa ho lanciato a 97.76. Oggi non sono andato oltre 87.16m”.

Mihambo e Vetter saranno tra le stelle del Meeting Istaf di Berlino in programma Domenica 13 Settembre all’Olympiastadion.

La connazionale Yuliya Levchenko ha vinto il duello con la connazionale Yaroslava Mahuchik nel salto in alto femminile.

Entrambe hanno superato 1.96m alla prima prova, ma Levchenko ha vinto perché ha centrato la misura di 1.93m alla prima prova, mentre Mahuchik ha avuto bisogno di due tentativi.

Sia Levchenko sia Mahuchik hanno sbagliato i tre tentativi a loro disposizione a 1.99m.

Piotr Lisek ha vinto il salto con l’asta maschile con 5.80m precedendo lo statunitense Chris Nilsen (5.70m).

La campionessa europea dei 100 ostacoli Elvira Herman si è aggiudicata i 100 metri ostacoli in 12”85. Il belga Michael Obasuyi ha vinto i 110 ostacoli in 13”68.

Rebekka Haase si è imposta sui 100 metri femminili in 11”26 prendendosi una rivincita nei confronti di Lisa Marie Kwaye, che l’aveva battuta ai Campionati tedeschi di Braunschweig. Kwaye ha fermato il cronometro in 11”40 classificandosi al secondo posto.

La britannica Laiviai Nielsen ha vinto i 400 metri femminili in 52”40 superando la polacca Patricia Wyciszkiewicz (52”85).

Successo tedesco per Christina Hering sugli 800 metri in 2’02”26.

Fastweb Fibra