Ayeko alla conquista del cross di Alcobendas

L'ugandese dopo alcuni piazzamenti cerca il primo successo stagionale

FASTWEB

L’ugandese Thomas Ayeko sarà il favorito del Cross Internacional de la Constitución, la sesta tappa Gold del World Athletics Cross Country Tour di questa stagione, che si correrà ad Alcobendas, alla periferia di Madrid, domani 28 novembre.

Il 29enne affronterà il difficile circuito sui 10,1 km di saliscendi, gareggiando sul suolo spagnolo per il quinto fine settimana di fila e puntando alla sua prima vittoria della stagione.

Ayeko, che si è classificato settimo ai Campionati del Mondo di corsa campestre nel 2019 ad Aarhus, ha iniziato la sua stagione dei cross con i secondi posti di Soria e di San Sebastián, finendo dietro Rodrigue Kwizera in entrambe le occasioni.

Ayeko ha poi corso ad Atapuerca e Siviglia, piazzandosi rispettivamente quarto e quinto.

Gli avversari più ostici per lui dovrebbero essere gli spagnoli Carlos Mayo e Abdessadam Oukhelfen.

Mayo, atleta molto forte su vari campi di gara, l’anno scorso ha stabilito un personale di mezza maratona di 1h00’06, è il campione spagnolo di corsa campestre ed è arrivato 13esimo nei 10000m alle Olimpiadi di Tokyo, oltre ad essersi classificato quest’anno nei primi dieci a San Sebastián, Atapuerca e Siviglia, chiudendo progressivamente sempre più vicino a Ayeko in ciascuna di queste gare.

Oukhelfen, il bronzo europeo U23 di corsa campestre, ha battuto Mayo a San Sebastián e Atapuerca, ma è stato battuto di ben 23 secondi la scorsa domenica nel cross di Italica nella zona di Siviglia.

Da non sottovalutare però l’altro spagnolo Adel Mechaal, campione europeo indoor dei 3000 metri.

La gara femminile

Sul percorso degli 8100 metri il campo delle partecipanti vede come favorite l’eritrea Dolshi Tesfu, la keniana Lucy Mawia e l’etiope Ayel Likina.

Mentre Tesfu ha aperto la sua stagione di corsa campestre con un secondo posto a Amorebieta, Mawia e Likina hanno chiuso al primo e secondo posto a Soria. Le tre si sono poi scontrate a Siviglia, dove Tesfu ha chiuso nona, solo tre secondi davanti a Mawia con Likina più indietro.

Delle atlete spagnole la più accreditata è Irene Sánchez-Escribano, specialista dei 3000 siepi in pista, che ha recuperato dopo l’infortunio che l’ha costretta a perdere le Olimpiadi di Tokyo ed è in crescita di condizione.

Tra le possibili pretendenti a un podio da inserire anche la 35enne marocchina Siham Hilali, specialista dei 1500 metri di cui è stata finalista olimpica.

Tra i vincitori del passato nel Cross di Alcobendas da ricordare gli eritrei Zersenay Tadese (2005) e Teklemariam Medhin (2012), Joseph Ebuya del Kenya (2007 e 2010), il nuovo detentore del record mondiale di mezza maratona dell’Uganda Jacob Kiplimo (2018), Meselech Melkamu dell’Etiopia (2005 e 2006), Vivian Cheruiyot (2009) e la connazionale keniota Linet Masai (2008 e 2015).

Le previsioni del tempo prevedono condizioni asciutte e cielo nuvoloso con temperature comprese tra 7-9C.

Dolshi Tesfu (foto Karen Mitchell)
Dolshi Tesfu (foto Karen Mitchell)
Sport OK Junior