Massimo Stano - Eleonora Giorgi (Foto Fidal Colombo)
Massimo Stano - Eleonora Giorgi (Foto Fidal Colombo)
Fastweb Casa ADSL

Maratona uomini

Dal 2001 l’oro irridato è di proprietà dell’Africa e non c’è motivo di credere che, anche questa volta non sia così.

Il Kenya presenta, oltre a Kirui, Amos Kipruto, Laban Korir e Paul Lonyangata. L’Etiopia, ha in squadra Lelisa Desisa, Mosinet Geremew, Shura Kitata e Mule Wasihun. Per l’Eritrea citiamo Tsegay, per il Sud Africa Mokoka, per la Tanzania Simbu e Sulle, mentre  l’Uganda schiererà Stephen Kiprotich, Mutai e Musobo.

Tra gli extra africani lo svizzero Abraham, lo scozzese Hawkins e l’azzurro Rachik possono competere onorevolmente per un piazzamento nei primi quindici.

Azzurri in gara: Eyob Faniel, Daniele Meucci, Yassine Rachik

Maratona donne

Per le donne non vi è lo stesso strapotere maschile degli africani.due doppiette. A Londra vinse Rose Chelimo (Bahrain) che ha in squadra Chumba, Eshete e Mokonin, anch’esse fortissime.

Le keniane sono rappresentate da Ruth Chepngetich, Visiline Jepkesho e la quarantenne Edna Kiplagat. Le etiopi da Aga, Demise e Dereje.

Europa con alcuni elementi interessanti quali l’israeliana di origini keniane Lonah Salpeter, la bielorussa Mazuronak, la britannica Purdue e l’azzurra Sara Dossena.

Azzurre in gara: Sara Dossena, Giovanna Epis

20 km marcia uomini

Insieme alla 50 Km di marcia donne la gara più attesa dagli azzurri per la presenza di Massimo Stano che ha acquisito la maturità per essere grande protagonista.

Avversari principali il colombiano, campione uscente, Eider Arevalo, i giapponesi Yamanishi, Ikeda e Takahashi, mentre la Cina punta su Wang Kaihua e Cai Zelin,

Degli europei, oltre a Stano, da tenere d’occhio lo svedese Karlstrom, il neutrale Mizinov, il tedesco Linke e il turco Korkmaz.

Azzurri in gara: Matteo Giupponi, Massimo Stano

50 km marcia uomini

Gara abbastanza incerta con tanti pretendenti alla vittoria e al podio.

Innanzitutto il francese Yohann Diniz, campione uscente, poi lo slovacco Matej Toth che ha vinto le Olimpiadi, i giapponesi Suzuki e Noda, i cinesi Wang Qin, Luo Yadong e Niu Wenbin.

Da non dimenticare anche il norvegese Haukenes, gli ucraini Zakalnytskyy e Banzeruk e i polacchi Augustyn, Sikora e Brzozowski.

Azzurri in gara: Michele Antonelli, Teodorico Caporaso

20 km marcia donne

La campionessa in carica Yang Jiayu e l’azzurra Antonella Palmisano, oro e bronzo a Londra ci sono, anche se Antonella non sembra nelle condizioni di allora.

Molto quotate anche le altre cinesi,  Liu Hong, Qieyang Shenjie e Yang Liujing, la brasiliana De Sena e la ecuadoriana Morejon.

Azzurre in gara: Antonella Palmisano, Valentina Trapletti

50 km marcia donne

A Londra, due anni fa, vinse  la portoghese Henriques, seria candidata anche qui insieme alla cinese Li Maocuo. Ottime possibilità, anche di podio, come da tutti i pronostici, anche per la nostra Eleonora Giorgi, che se la dovrà anche vedere con la spagnola di origini ungheresi Takacs.

Azzurre in gara: Mariavittoria Becchetti, Nicole Colombi, Eleonora Giorgi