I giovani under 20 argento ai mondiali di marcia a squadre

Gli azzurrini trainati dal brillante secondo posto di Diego Giampaolo nella notte italiana

FASTWEB

Sono ritornati, dopo i rinvii del 2020 e 2021, a causa della pandemia mondiale, i campionati mondiali a squadre di marcia che si svolgeranno a Muscat, in Oman, oggi e domani.

La manifestazione è stata presentata in prima persona dal Presidente di World Athletics, Sebastian Coe, che ha sottolineato l’importanza di tale evento quale ulteriore segnale di una definitiva ripresa agonistica mondiale, e come grande trampolino di lancio per l’Oman, sia in termini di capacità di ospitare eventi sportivi, che per lo sviluppo dell’atletica nel Paese.

Le competizioni sono cominciate con le gare maschili e femminili under 20 sulla distanza dei 10 km, a partire dalle ore 8 del mattino (le 5 in Italia), ed è arrivata subito un’ottima notizia con il brillante secondo posto, a livello individuale, che ha dato poi alla squadra azzurra la medaglia d’argento, da parte del 18enne azzurro Diego Giampaolo, che ha chiuso la sua fatica nel crono di 44’14 battuto solo dal cinese Hongren Wang in 44’06.

Molto bene anche gli altri due azzurrini con Nicola Lomuscio ottavo in 45’33, e Pietro Pio Notaristefano dodicesimo con il crono di 46’13, per il brillante risultato finale che fa molto ben iniziare la spedizione italiana.

Nella gara femminile, invece, vittoria della cinese Yunyan Jiang con 47’48 davanti alla connazionale Jinyan Jiang con 48’03.

Le azzurrine, purtroppo, escono di pochissimo dal podio chiudendo in quarta posizione assoluta perché l’atleta forse più attesa, Giada Traina, non è riuscita a finire la gara mentre in decima posizione si è piazzata Vittoria Di Dato con 50’20 e diciannovesima Sofia Fiorini in 52’08.

Nel pomeriggio la prima gara seniores con la 20 km femminile dalle ore 16, con il programma che proseguirà domani, sabato 5 Marzo, con le due gare sui 35 km a partire dalle 7 del mattino e la 20 km maschile alle 16.

Tutti gli eventi si disputeranno sul circuito di 2 km disegnato accanto all’Oman Convention and Exhibition Centre.

La squadra italiana non presenta i campioni olimpici della 20 km di Tokyo 2021 Massimo Stano e Antonella Palmisano, e il bronzo mondiale della 50 km di Doha 2019 Eleonora Giorgi che stanno preparando i Mondiali di Eugene e gli Europei di Monaco di Baviera.

Le stelle azzurre sono Francesco Fortunato (argento a squadre ai Mondiali di Taicang 2018), Federico Tondodonati (oro a squadre a Roma 2016 nella 50 km), Matteo Giupponi (due volte campione mondiale a squadre nella 50 km ma sarà impegnato nella 35 km in Oman), Michele Antonelli (bronzo nella 50 km agli Europei a squadre di Podebrady 2017) e Andrea Cosi (bronzo europeo under 23 della 20 km a Tallin 2021).

L’Italia vinse due argenti a squadre nella 20 km maschile e femminile nell’ultima edizione di Taicang 2018.

Francesco Fortunato (foto Colombo/FIDAL)
Francesco Fortunato (foto Colombo/FIDAL)

Tutti i risultati

Analizziamo i possibili favoriti delle gare in programma. La grande novità dell’edizione di quest’anno è l’introduzione nel programma di gare della distanza dei 35 al posto dei 50 km.

20 km maschile

La nazionale giapponese presenta le stelle Koki Ikeda e Toshikazu Yamanishi, secondo e terzo nella 20 km alle Olimpiadi sulle strade di Sapporo alle spalle dell’azzurro Massimo Stano.

Ikeda vanta un primato personale di 1h17’25” e si impose nella passata edizione dei Mondiali a squadre. Yamanishi ha marciato più velocemente arrivando ad un record personale di 1h17’15” e ha conquistato la medaglia d’oro ai Mondiali di Doha nel 2019.

La fortissima squadra spagnola presenta Alberto Amezcua, che ha realizzato il tempo di 1h20’29” a Pamplona lo scorso Febbraio, e Diego Garcia Carrera, specialista dal personale di 1h18’58” e con un sesto posto alle Olimpiadi di Tokyo e l’argento agli Europei di Berlino 2018 come migliori risultati della sua carriera.

L’altra nazionale candidata al podio è la Cina, che vanta una ricca tradizione di podi conquistati in questa manifestazione. Il quintetto cinese è guidato da Wang Zhaozhao, che ha vinto la gara di selezione per questa manifestazione iridata in 1h20’10” sulle strade di Nanchino in Gennaio. Dopo il ritiro del campione olimpico di Londra 2012 Chen Ding la Cina sta sfornando nuovi talenti in grado di proseguire la straordinaria tradizione.

Lo svedese Perseus Karlstrom ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali di Doha 2019 nella 20 km e due ori alla Coppa Europa di Marcia ad Alytus nel 2019 e a Podebrady nel 2021 sulla stessa distanza. Karlstrom ha stabilito il primato nazionale con l’eccellente tempo di 1h18’07” a La Coruna nel 2019.

Un altro nome da seguire è il colombiano Eider Arevalo, campione del mondo a Londra nel 2017 e medaglia d’oro ai Mondiali Under 20 di Barcellona nel 2012.

Nella lista dei possibili outsider vanno inseriti gli azzurri Francesco Fortunato, quinto agli Europei a squadre di Podebrady nel 2021 in 1h19’43” e quindicesimo alle Olimpiadi di Tokyo sulla 20 km, Federico Tondodonati, secondo ai Societari di Pescara in 1h23’37”, Gianluca Picchiottino, che ha avvicinato di 32 secondi il primato personale in occasione della prima prova del Campionato di società di marcia di Pescara con 1h22’08”, e il giapponese Motofumi Suwa, che ha realizzato 1h21’12” lo scorso 1 Gennaio.

Debuttano in azzurro a livello seniores il bronzo europeo under 23 dell’anno scorso Andrea Cosi e il campione europeo under 18 del 2018 Davide Finochietti.

20 km femminile

Le prime cinque delle liste mondiali stagionali sono cinesi e sarebbe una grande sorpresa se non dovesse imporsi un’atleta del paese asiatico. La Cina ha dominato l’ultima edizione dei Mondiali di marcia vincendo un totale di dodici medaglie, quattro in più rispetto ai rivali del Giappone.

La lista delle partenti è guidata dalla campionessa mondiale di Londra 2017 Yang Jiayu, che ha stabilito il primato del mondo l’anno scorso con 1h23’49” a Huangshan con una gara in solitaria migliorando di 49 secondi il precedente record detenuto da Liu Hong.

Yang, Ma Zhenxia, Ma Li e Yang Liujing hanno fatto registrare tempi al di sotto degli 1h30’ in occasione della gara valevole come selezione disputata a Nanchino.

La migliore delle non cinesi in gara è la messicana Alegna Gonzales, che ha realizzato un personale stagionale di 1h31’18” in altura a Coatzacoalcos nel suo paese. Gonzales vanta un personale di 1h28’40” in carriera stabilito a La Coruna nel 2021 e si è classificata al quinto posto alle Olimpiadi di Tokyo. L’altra atleta in grado di entrare tra le prime dieci alle Olimpiadi è la greca Antigoni Drisbioti, ottava nella marcia olimpica della scorsa estate.

Per l’Italia sarà in gara la milanese Valentina Trapletti, nona agli Europei di Berlino 2018 con il record personale di 1h29’57” e diciottesima alle Olimpiadi di Tokyo.

Da seguire anche l’australiana Clara Smith, che ha migliorato il record personale con 1h33’37” ad Adelaide, e l’algerina Souad Azzi, che ha battuto il record nazionale con 1h33’39” e ha stabilito il primato under 20 del suo paese sui 10000 metri alcune stagioni fa. La marciatrice allenata dallo scorso Ottobre dall’ex marciatore Alessandro Gandellini, ha vinto la 20 km del Campionato di società di marcia in 1h36’58”.

35 km maschile

Lo spagnolo Miguel Angel Lopez ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 35 km con 2h27’53 ai Campionati nazionali di Lepe dello scorso 30 Gennaio. Lopez vanta in carriera due medaglie d’oro ai Mondiali di Pechino 2015 e agli Europei di Zurigo 2014 sui 20 km. Lopez guida il ranking mondiale di World Athletics davanti al connazionale Alvaro Martin, che ha percorso la distanza in 2h29’59” piazzandosi secondo alle spalle di Lopez a Lepe. Martin ha vinto il titolo europeo sui 20 km a Berlino nel 2018.

La Spagna è favorita per la vittoria nella classifica a squadre perché schiera altri atleti di ottimo livello come Marc Tur, quarto alle Olimpiadi sui 50 km, Manuel Bermudez e Alvaro Lopez, quinto e sesto nelle liste mondiali stagionali con 2h32’06” e 2h32’44”.

L’altra formazione favorita per la vittoria nella classifica finale è la Cina, che schiera il ventitreenne He Xianghong, che ha vinto la gara di selezione di Nanchino in 2h31’05” battendo il connazionale Zhaxi Yangben di quattro secondi in un arrivo allo sprint.

Zhenhao Wang, Lu Ning e Gao Yingchao sono scesi tutti sotto la barriera dei 2h23’.

A parte gli spagnoli e i cinesi l’unico atleta in gara compreso tra i primi undici delle liste mondiali stagionali è il messicano Ricardo Ortiz, che ha fatto registrare il tempo di 2h30’07”.

Punta al podio anche il canadese Evan Dunfee, che ha vinto due medaglie di bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro con il record nazionale di 3h41’38” sui 50 km e ai Mondiali di Doha 2019.

L’azzurro Matteo Giupponi si presenta con un personale stagionale di 2h33’45” realizzato a Pescara lo scorso Gennaio e un miglior tempo in carriera di 1h19’58” sui 20 km realizzato nel 2020 a Podebrady. Il marciatore bergamasco si è piazzato ottavo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sui 20 km e ha vinto l’argento sui 10000 metri in pista agli Europei Under 20 di Hengelo 2007 e il bronzo sui 20 km su strada agli Europei Under 23 di Kaunas 2009.

Michele Antonelli ha vinto il primo titolo italiano della storia sulla 35 km lo scorso Ottobre a Grottamare.

Da seguire con attenzione anche l’ex specialista dei 50 km Stefano Chiesa, quarto nella gara dei Societari di Pescara in 2h36’42”, e il ventiduenne cremonese Riccardo Orsoni, argento europeo under 20 sui 10000 metri in pista nel 2019 e quarto agli Europei Under 23 sui 20 km a Tallin nel 2021. Orsoni ha realizzato la migliore prestazione italiana under 23 con 2h34’42”.

Il migliore degli atleti sudamericani in gara è il brasiliano Caio Bonfim, bronzo ai Mondiali di Londra 2017 sui 20 km e vincitore sui 35 km in 2h33’57” ai Campionati nazionali di Braganca Paulista.

Christopher Linke guida un forte quintetto tedesco. Linke ha stabilito il primato nazionale sui 20 km con 1h18’42” nel 2019 e vanta due quinti posti sui 20 km alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e di Tokyo 2021 e quarto ai Mondiali di Doha 2019.

I migliori giapponesi in gara sono Masatora Kawano e Hayato Katsuka. Kawano si è classificato al sesto posto sui 50 km alle Olimpiadi di Tokyo 2021 e ha stabilito il primato nazionale su questa distanza con 3h36’45” oltre al record personale di 1h17’24” sulla 20 km. Katsuka è stato secondo nell’edizione 2018 dei Mondiali di Marcia di Taicang.

Matteo Giupponi (foto FIDAL)
Matteo Giupponi (foto FIDAL)

35 km femminile

La cinese Wu Quanming ha stabilito il primato asiatico sui 35 km con 2h43’25” quando ha vinto la gara di selezione a Nanchino lo scorso Gennaio. Wu è stata in passato una specialista dei 20 km, distanza sulla quale ha stabilito un personale di 1h27’24” nel 2019 quando era ancora nella categoria under 20.

La ventenne cinese sarà la più giovane atleta al via sulla 35 km e disputerà la prima gara della sua carriera al di fuori dei confini cinesi. Lo squadrone cinese comprende anche la vice campionessa mondiale dei 50 km Li Maocuo, che ha percorso la distanza dei 35 km in 2h46’12” a Nanchino, e Na Guo, terza nella gara dei Trials nazionali in 2h48’46”.

In assenza di Maria Perez (campionessa europea sui 20 km e leader mondiale stagionale sui 35 km), la Spagna sarà rappresentata da Laura Garcia-Caro e Raquel Gonzales. Garcia Caro ha stabilito il personale di 2h47’05” ad inizio anno, mentre Gonzales ha battuto il personale con 2h48’05” l’anno scorso.

La giovane equadoregna Glenda Morejon disputerà la prima 35 km della sua carriera. Al debutto in una grande rassegna internazionale Morejon conquistò la medaglia d’oro ai Mondiali Under 18 a Nairobi nel 2017.

L’anno successivo vinse il bronzo sui 10000 metri di marcia in pista ai Campionati Mondiali Under 20 di Tampere. Nel 2019 stabilì il primato del mondo under 20 e il record sudamericano seniores con 1h25’29” nella prima gara della sua carriera sui 20 km. La forte squadra sudamericana comprende anche Magally Bonilla e Paola Perez, che sono entrate tra le prime 10 sulla 50 km ai Mondiali di marcia sui 50 km.

L’Italia schiera le tre bergamasche Federica Curiazzi, Lidia Barcella e Nicole Colombi. Curiazzi ha vinto l’oro europeo a squadre a Podebrady nel 2021 e ha realizzato 2h52’24” a Pescara.

La portacolori della Bracco Atletica Barcella si è classificata terza nella gara individuale della 35 km nella Coppa Europa di marcia in 2h51”50. Colombi è campionessa italiana sui 10 km. Esordiscono in nazionale Sara Vitiello, terza ai Campionati Italiani di società di Pescara, e la ventunenne trentina Vittoria Giordani, detentrice della migliore prestazione italiana under 23 sui 35 km con 3h04’42”.

Le altre atlete da seguire sono la portoghese Ines Henriques, campionessa mondiale sulla 50 km a Londra nel 2017, la polacca Katarzyna Zdzeeblo, e la peruviana Evelyn Inga.

Federica Curiazzi (foto archivio FIDAL)
Federica Curiazzi (foto archivio FIDAL)

10 km uomini juniores

I nomi da seguire a livello under 20 sono il keniano Heristone Wanyonyi e l’indiano Amit Khatri, che hanno vinto l’oro e l’argento ai Mondiali Under 20 di Nairobi della scorsa estate rispettivamente in 42’10”84 e in 42’17”94 in altura. Il Kenya e l’India non sono paesi di grandi tradizioni nella marcia, ma il fatto di aver portato sulla ribalta due grandi talenti dimostra ancora una volta il livello di universalità della marcia.

La squadra cinese ha vinto quattro delle otto medaglie a livello juniores da quando le gare under 20 sono state introdotte nel programma del Mondiale di marcia. Kong Xianglong ha il miglior tempo tra gli iscritti della 10 km con 39’42” e ha battuto Wang Hongren e Zeng Yu in due occasioni l’anno scorso a Huangshan e a Taicang.

I nomi da seguire in chiave italiana sono Pietro Pio Notaristefano, Nicola Lomuscio e Diego Giampaolo. Notaristefano ha vinto il titolo italiano indoor sui 5000 metri juniores stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno a livello juniores e il quarto miglior tempo italiano di sempre di categoria con 20’06”38.

L’atleta pugliese proviene da Mottola ed è cresciuto nella Don Milani, inesauribile serbatoio di talenti dalla quale è uscita la campionessa olimpica Antonella Palmisano. Lomuscio ha vinto di recente la gara dei Societari di Pescara in 41’40” battendo Giampaolo, campione italiano allievi indoor nel 2021.

Gli altri protagonisti in gara il guatemalteco Brian Matias, vincitore ai Campionati Centro Americani under 18 a San Salvador a 16 anni, e il turco Mazlum Demir, quarto agli Europei Under 20 di Tallin e sesto ai Mondiali Under 20 di Nairobi nel 2021.

10 km femminile under 20

La cinese Jiang Jinyan ha realizzato il miglior tempo mondiale del 2021 con 43’20” a Huangshan. Ai Giochi Nazionali dell’anno scorso Jiang è stata battuta per otto secondi dalla connazionale Jiang Yunyan, che ha tagliato il traguardo in 44’25”. L’altra cinese in gara è Gangla Meiduo, che vanta un personale di 44’10”.

Jiang Jinyan è stata l’unica di questo trio di cinesi a gareggiare nel 2022. Alle selezioni cinesi di Nanchino ha fatto il debutto sui 20 km con 1h30’52”.

Le altre atlete più attese in gara sono l’ucraina Valeriya Sholomitska, quarta ai Mondiali Under 20 di Nairobi e sesta agli Europei Under 20 di Tallin 2021, e l’australiana Olivia Sandery, che ha dominato la stagione nel suo paese e ha realizzato 46’35” sui 10 km su strada.

Le italiane in gara sono Vittoria Di Dato, campionessa italiana in pista nel 2021, la pluricampionessa italiana allieve Giada Traina e Sofia Fiorini.

Il programma (orari italiani)

Venerdì 4 marzo

  • 5.00 – 10 km under 20 femminile
  • 6.10 – 10 km under 20 maschile
  • 13.00 – 20 km femminile

Sabato 5 marzo

  • 4.00 – 35 km maschile e femminile
  • 13.00 – 20 km maschile
Sport OK Junior