Record italiano nella mezza di Eyob Faniel: 1h00’07

Missione compiuta per l'azzurro che aggiunge un altro prestigioso primato al suo già ricco palmares.

FASTWEB

Un grandissimo Eyob Faniel esordisce nel migliore dei modi, in questo 2021 olimpico, ottenendo il record italiano sulla distanza dei 21,097 chilometri che corre in 1h00’07, 13 secondi sotto il crono di Rachid Berradi che lo aveva realizzato nel lontano 2002.

Eyob, ha realizzato questa ennesima impresa della sua carriera agonistica in continua ascesa, specie da poco più di anno a questa parte, giungendo terzo, nella prima edizione della Tuscany Camp Half Marathon, alle spalle del keniano Felix Kipkoech (59’35) e del connazionale Alex Kibet (1h00’07), suoi compagni di allenamento sugli altopiani del Kenia dove si era allenato nell’ultimo mese.

E’ il terzo primato nazionale di Faniel che deteneva già quello della maratona e dei 10 chilometri su strada.

Meno fortunata la prova di Yeman Crippa, al debutto assoluto sulla distanza, che deve ritirarsi verso il decimo chilometro per un fastidio al fianco destro.

Le dichiarazioni di Faniel dopo la gara

Okay il record italiano, ma adesso pensiamo subito a togliere questi sette secondi che mancano per scendere sotto l’ora, stamattina abbiamo sofferto un po’ il vento, spesso frontale, talmente forte che ti portava via.

Però ci siamo aiutati dandoci i cambi con i ragazzi keniani, come avevamo fatto in allenamento a Kapsabet. Lì ho trovato un gruppo fantastico e oggi siamo stati tutti uniti.

Sono contentissimo dei complimenti arrivati da Rachid Berradi perché prima ancora di essere stato un grande atleta è un grande uomo, per tutto quello che sta facendo a Palermo per i ragazzi in situazioni svantaggiate.

Nonostante tutto, nonostante l’emergenza Covid e un anno così difficile, abbiamo azzeccato tutte le uscite.

Oggi l’ho gestita bene ed è stata la conferma del lavoro fatto in allenamento, che è tutto finalizzato per le Olimpiadi di Tokyo. Nelle prossime settimane, da qui a metà aprile, ho l’idea di gareggiare altre due o tre volte, e una di queste potrebbe essere un’altra mezza maratona, proprio per provare a ritoccare ancora questo record.

Poi da fine aprile tutto sarà rivolto alla maratona olimpica: oggi, se penso a Tokyo, sono ancora più fiducioso”.

Le parole di Crippa

Dal sesto chilometro ho cominciato ad avvertire delle fitte al fianco, più andavo avanti e più aumentavano, ecco perché poco dopo il decimo km ho deciso che era meglio fermarmi.

Speravo in una giornata diversa ma l’appuntamento è soltanto rimandato, non mancheranno occasioni per cimentarmi nella mezza. Mi complimento con Eyob perché ha corso davvero forte. E tornerò in gara alla Cinque Mulini il 28 marzo”.

Degli altri azzurri quinto posto per Francesco Agostini (1h04’41), sesto Stefano La Rosa (1h04’52), settimo Andrea Soffientini (1h05’01).

Nella gara femminile, vittoria per l’israeliana Lonah Salpeter (1h07’09) davanti all’ucraina Sofiia Yaremchuk  (1h11’20).

Eyob Faniel (foto Francesco Grana)
Eyob Faniel (foto Francesco Grana)

Tutti i risultati

Sport OK Junior