Melluzzo sesto nella finale dei 100 metri: 10″49

L'azzurro lontano dal podio

FASTWEB

Nella gara più attesa del pomeriggio di Nairobi, peraltro piovoso all’inizio al punto da far rinviare due finali previste a domani mattina, Matteo Melluzzo non riesce ad esprimersi al meglio, nella finale di 100 metri dei Campionati Mondiali Under 20, e chiude al sesto posto con il crono di 10″49.

Un vero peccato perché il siciliano aveva dato buone speranze in semifinale ma, purtroppo, oggi non è mai riuscito a lottare nelle prime posizioni a causa di una partenza abbastanza problematica a cui non è riuscito a sopperire nella fase lanciata.

Vittoria per l’ottimo atleta del Botswana Letsile Tebogo con 10″19, davanti al sudafricano Benjamin Richardson 10″28 e al cubano Shainer Rengifo Montoya con 10″32.

Le parole di Matteo dopo la gara: “Sono abbastanza deluso, ho corso la peggiore gara della mia stagione. Peccato perché ero riuscito a fare un buon riscaldamento, nonostante il rinvio della gara di mezz’ora a causa del maltempo.

Quando intorno alla metà del rettilineo ero affiancato agli altri non sono stato in grado di cambiare passo come invece faccio solitamente e mi sono sentito risucchiato dagli avversari. Però questa delusione deve aiutarmi per andare più forte in staffetta: non siamo messi male con il quartetto e possiamo giocarcela.”

Nelle altre gare Greta Brugnolo raggiunge la finale nel salto triplo grazie al terzo salto di 12,91 (-0.8) che le da la nona prestazione complessiva delle qualificazioni, mentre non ce la fa Francesca Orsatti, eliminata con 12,50.

Eliminato nelle batterie dei 1500 metri l’azzurro Achraf Abbane nono con 4’00″98.

Nelle finali del giorno, il titolo dei 100 metri femminili va alla giamaicana Tina Clayton che sfreccia in un eccellente 11″09 (-0.6) davanti alla namibiana Beatrice Masilingi (11″39).

Doppio trionfo keniano nel mezzofondo: nei 5000 maschili a segno Benson Kiplangat (13’20″37) che nega la doppietta all’etiope Tadese Worku vincitore ieri nei 3000 mentre nei 3000 femminili vittoria di Teresiah Muthoni Gateri (8’57″78).

Oro alla Serbia nel giavellotto femminile con l’ottima spallata a 61,46 di Adriana Vilagos e, nel peso maschile, vittoria del cubano Juan Carley Vazquez Gomez con un lancio a 19,73

L’eptathlon parla finlandese: titolo mondiale a Saga Vanninen (5997 punti).

Tutti i risultati

Sport OK Junior