La prima giornata delle finali di Diamond League

Oltre a Crouser spicca il grande successo con 2,05 nell'alto della Lasitskene

FASTWEB

Sesto posto per Zane Weir nel getto del peso con 20,85, e settimo per Filippo Randazzo nel salto lungo con 7,87 nella prima giornata delle finali della Diamond League che si svolge a Zurigo su due campi di gara diversi.

Oggi, nella splendida cornice della Sechseläutenplatz posta sulle sponde dell’omonimo lago, grande spettacolo all’interno dell’anfiteatro creato apposta e miglior risultato tecnico che arriva dalla pedana del salto in alto dove la campionessa olimpica, Mariya Lasitskene, ha vinto il Diamante con la grande misura di 2,05, a un solo centimetro dal suo personale assoluto.

Gara veramente spettacolare con la russa che rischia di uscire a 1,96 (due errori), poi vola alla migliore prestazione mondiale dell’anno (2,05) e infine tenta senza fortuna 2,07, mentre l’ucraina Yaroslava Mahuchikh supera i 2,03, prova per due volte 2,05 senza riuscire e poi dà l’assalto a 2,07.

Mariya Lasitskene (foto World Athletics)
Mariya Lasitskene (foto World Athletics)

Ottima terza l’australiana Nicola McDermott che valica 2,01 prima di sbagliare una volta a 2,03 e in due occasioni a 2,05 in una competizione cha ha visto ben atlete sopra i 2 metri.

C’era curiosità per la pista da 560 metri, disegnata intorno al Teatro dell’Opera di Zurigo, con curve sopraelevate e paraboliche e la vittoria al femminile,nei 5000 metri, va alla burundiana Francine Niyonsaba che, con 14’28″98, si impone nella lunga volata a quattro contro la keniana Hellen Obiri (14’29″68), l’etiope Ejgayehu Taye (14’30″30) e l’altra keniana Margaret Chelimo Kipkemboi (14’31″18).

Al maschile, sempre nei 5000 della Sechseläutenplatz, prevale l’etiope Berihu Aregawi, in 12’58″65 davanti a Birhanu Balew (Bahrein, 13’01″27) e Jacob Krop (Kenya, 13’01″81).

Nel lungo femminile trionfa la serba Ivana Spanovic, non lontana dai sette metri (6,96) mentre in quello maschile con 8,17, misura non impossibile, il successo va allo svedese Thobias Montler mentre secondo è lo statunitense Steffin McCarter con 8,14 e terzo, con 7,99, il sudafricano Ruswahl Samaai. Per Randazzo, quindi, grossi rimpianti.

Nel getto peso donne vince la statunitense Maggie Ewen con 19,41, mentre di quello maschile abbiamo parlato del trionfo di Ryan Crouser nell’articolo dedicato.

Tutti i risultati

Sport OK Junior