Claudio Stecchi (foto Zimbio)
Claudio Stecchi (foto Zimbio)
FASTWEB

Il meeting Athletissima di Losanna cambia veste in questo anno particolare e si trasforma in uno street event interamente dedicato al salto con l’asta con due gare di livello mondiale in programma mercoledì 2 Settembre in Place de l’Europe nel quartiere Flon situato nel pieno centro della “Ville Olympique” a poche fermate di metropolitana dalla stazione ferroviaria.

Costretti a ripensare il meeting a causa delle incertezze legate al coronavirus, gli organizzatori di Athletissima hanno scelto di focalizzare i propri sforzi sul salto con l’asta, una delle specialità entrate maggiormente nel cuore degli appassionati del meeting di Losanna.

Il Flon è un quartiere pieno di pub e ristoranti molto frequentato dai giovani e lo street event sarà l’occasione migliore per avvicinare le nuove generazioni all’atletica.

Le due gare si svolgeranno simultaneamente. Gli astisti salteranno alternandosi tra loro, con un uomo seguito da una donna su due pedane separate e parallele. L’evento sarà aperto ad un numero massimo di 1000 spettatori, che potranno godersi lo spettacolo commentato dai due speaker dell’atletica francese Marc Maury e Christian Charbonel.

Il meglio della specialità sarà presente a Losanna. Il ventenne svedese Armand “Mondo” Duplantis è imbattuto in questa stagione e insegue la dodicesima vittoria consecutiva.

La stella svedese, attualmente primo nel Ranking generale di World Athletics che tiene conto di tutte le specialità dell’atletica, ha stabilito le migliori tre prestazioni mondiali della stagione outdoor (6.01m a Stoccolma, 6.00m a Montecarlo e 5.94m a Goteborg) e ha battuto due primati mondiali nel corso delle gare indoor con 6.17m a Torun e 6.18m a Glasgow.

Mondo disputò la prima gara della sua carriera in Diamond League proprio a Losanna nel 2017 nell’anno in cui vinse il titolo europeo under 20 a Grosseto. Suo padre Greg (astista americano dal personale di 5.80m) gareggiò a Losanna negli anni 90.

Duplantis sfida di nuovo l’amico e rivale Sam Kendricks in una rivincita dei Mondiali di Doha dove Kendricks vinse la medaglia d’oro con 5.97m battendo Duplantis per un numero minore di errori in una delle finali di salto con l’asta più belle delle ultime edizioni dei Mondiali.

Insieme hanno divertito il pubblico a fine gare con una spettacolare capriola sincronizzata. Kendricks ha migliorato il record statunitense con 6.06m ai Campionati statunitensi di Des Moines dello scorso anno ed è diventato il primo astista a vincere almeno due titoli mondiali dopo Sergey Bubka.

Nel corso della stagione outdoor 2020 Kendricks ha vinto agli Inspiration Games con 5.81m, a Chorzow con 5.81m e a Leverkusen con 5.82m.

Sam Kendricks: “Mondo è favorito. Ha l’80 % di possibilità di vincere. A Losanna voglio regalare un grande show insieme ai miei connazionali Nilsen e Cole Walsh. Il salto con l’asta va al di là della competizione. Conta molto anche il rapporto di amicizia tra noi astisti”.

Kendricks è gestito dal manager Jeff Hartwig, astista dal personale di 6.03m. Hartwig ha parlato delle sue aspettative per la gara di Mercoledì.

Jeff Hartwig: “E’ la migliore gara di salto con l’asta dell’anno. Il meglio della specialità sarà qui. Durante i mesi difficili della pandemia è importante dimostrare che l’atletica riprenda a vivere. Desidero ringraziare Jacky Delapierre per la sua creatività”.

Il campione olimpico di Londra 2012 Renaud Lavillenie è tornato a gareggiare vincendo a Pierre Benite con 5.71m dopo sei settimane di pausa per un piccolo intervento al pollice a causa di un infortunio occorso durante un allenamento nel suo giardino.

Renaud ha vinto cinque volte a Losanna nel 2010, 2011, 2012, 2014 e 2018 ed è stato votato più volte come l’atleta più amato dal pubblico di Athletissima nella gara dell’applausometro. Il fuoriclasse francese ha organizzato in pieno periodo di lockdown la sfida dei giardini con Duplantis e Kendricks.

Torna a Losanna il polacco Piotr Lisek, vincitore della passata edizione di Athletissima a Losanna con 6.01m, primato nazionale poi migliorato una settimana dopo a Montecarlo con 6.02m.

Tra le stelle ci sarà anche l’azzurro Claudio Michel Stecchi, che proverà a riscattare la delusione per i tre nulli alla misura d’ingresso a 5.25m ai Campionati Italiani di Padova.

L’astista fiorentino è entrato nel gotha della specialità con l’ottavo posto nella finale dei Mondiali di Doha con 5.70m. L’allievo di Giuseppe Gibilisco ha realizzato il personale stagionale indoor a Bordeaux con 5.73m lo scorso Gennaio ma in carriera vanta un personale di 5.80m realizzato nel meeting organizzato da Lavillenie a Clermont Ferrand nel 2019.

Nella prima gara stagionale in Diamond League si è classificato quarto a Montecarlo con 5.50m.

La sorpresa dell’ultima settimana è l’arrivo a Losanna del talento statunitense Christopher Nilsen, astista dal personale di 5.95m.

L’atleta nato a Kansas City e cresciuto sportivamente nel team dei Coyotes dell’University del South Dakota ha battuto tre volte in carriera Duplantis (due a livello di gare high school e una alle Finals NCAA di Austin 2019 con il record personale di 5.95m). Nilsen ha giocato anche a calcio.

Chris Nilsen: “Giocavo come attaccante a Kansas City, ma sono molto più bravo nel salto con l’asta. Ho battuto tre volte Duplantis ma l’unica vittoria che contava davvero è stata quella dell’anno scorso. Mondo è più giovane di me di due anni”.

Il cast maschile si arricchisce della presenza del brasiliano Thiago Braz Da Silva (campione olimpico a Rio de Janeiro con 6.03m) e del polacco Pawel Wojciechowski (campione del mondo a Daegu nel 2011, vincitore nel 2015 con 5.84m e secondo nel 2017 con 5.93m a Losanna).

La gara di salto con l’asta femminile non avrà come protagoniste Ekaterini Stefanidi e Sandi Morris, ma presenta un grande cast di alto livello con la svedese Angelica Bengtsson, la britannica Holly Bradshaw e la canadese Alysha Newman.

Bengtsson ha vinto due titoli mondiali under 20 a Moncton 2010 e a Barcellona 2012 e tre bronzi agli Europei outdoor di Amsterdam nel 2016 e agli Europei Indoor di Belgrado nel 2017 e di Glasgow nel 2019.

Ai Mondiali di Doha nel 2019 si è classificata sesta stabilendo il record svedese con 4.81m, migliorato quest’anno dalla connazionale Michaela Mejer.

La scandinava nata da madre brasiliana ha vinto due gare di Diamond League lo scorso anno a Roma (4.76m) e a Stoccolma (4.57m).

Bradshaw detiene il primato britannico sia indoor (4.87m) sia outdoor (4.81m) e ha vinto il bronzo agli Europei outdoor a Berlino nel 2018 e l’argento agli Europei Indoor nel 2019. Domenica scorsa la saltatrice inglese si è aggiudicata la prima gara di Diamond League della sua carriera a Stoccolma con 4.69m precedendo Bengtsson.

Alysha Newman ha vinto la prima gara della Diamond League in carriera a Parigi Charlety stabilendo il primato canadese con 4.82m. La canadese ha vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Commonwealth a Gold Coast nel 2018 e si è classificata terza ai Giochi Panamericani di Lima nel 2019.

La Svizzera sarà rappresentata dalla giovane zurighese Angelica Moser, campionessa mondiale under 20 a Bydgoszcz nel 2016 con 4.55m, due volte vincitrice del titolo europeo under 23 a Bydgoszcz nel 2017 e a Gavle nel 2019 e quarta agli Europei Indoor di Glasgow nel 2019. In questa stagione l’elvetica ha superato l’asticella alla quota di 4.55m a Riehen.

Già nelle passate edizioni del meeting losannese erano state organizzate due gare di salto con l’asta al di fuori dello stadio (nel 2018 in Place de la Navigation in riva al Lago Lemano e nel 2019 al Flon)

Ci piacciono le sfide e non vogliamo abdicare di fronte a questa situazione difficile. Per quest’anno organizzeremo due eventi. Uno a carattere nazionale dedicato agli atleti svizzeri il 30 Agosto allo Stade de Coubertain.

Sarà chiamato la Coupe de Club Il secondo evento organizzato in collaborazione con la Wanda Diamond League sarà un appuntamento diverso con una nuova formula che abbiamo studiato nei dettagli. Il budget è di 330000 Franchi svizzeri.

Gli atleti hanno molta voglia di venire e continuano a bussare alla porta. I nostri sponsor hanno confermato il loro impegno nonostante la situazione eccezionale che stiamo vivendo. Questo è un segnale positivo per noi anche in vista dell’edizione 2021 di Athletissima.

Avremo 1000 spettatori per rispettare le normative attualmente in vigore per la lotta contro il covid-19. Il nostro evento è progettato per avvicinare i passanti e il pubblico non specializzato di atletica al nostro sport” ha dichiarato Delapierre alla Televisione Svizzera.

Il “Patron” Delapierre ha parlato con ottimismo del futuro di Athletissima.

Sebbene abbiamo accusato il colpo, il futuro di Athletissima non è in pericolo. La nostra contabilità va dal 1 Ottobre al 30 Settembre. Ciò significa che dobbiamo sopravvivere con quello che abbiamo messo da parte, nonostante i pochi investimenti di quest’anno”.

Le gare saranno trasmesse dalle 18 alle 20 di Mercoledì 2 Settembre in diretta e dalle tre televisioni svizzere (RSI La 2 di lingua italiana nel Canton Ticino, SF 2 di lingua tedesca e TSR di lingua francese) e a livello internazionale sulle televisioni detentrici dei diritti come Sky Sport in Italia e sulla pagina youtube della World Athletics.

Fastweb Fibra