Federica Del Buono (foto Grana/FIDAL)
Federica Del Buono (foto Grana/FIDAL)
FASTWEB

Federica Del Buono da una fantastica dimostrazione della sua classe immensa, più forte di ogni problema che possa avere avuto negli ultimi anni e trova, alla seconda gara della stagione nei suoi 1500 metri, un’eccellente prestazione cronometrica, 4’13″44 che la pone al primo posto nella graduatoria italiana dell’anno e, anche se non rappresenta il minimo di 4’12″00 per gli Europei al coperto, dovrebbe permetterle di parteciparvi, a sei anni dal bronzo di Praga.

Nel corso del World Indoor Tour Gold di Madrid, molto coraggiosa la prova di Federica che, ad Ancona, ci era apparsa un po’ timorosa ma, evidentemente, era solo perché mancava da tale distanza da troppo tempo.

Quasi tre i secondi di miglioramento rispetto a sabato scorso, 4’16″32 ai campionati italiani assoluti, e la consapevolezza di poter subito crescere ancora.

Federica resta attaccata alle prime per tutta la gara, e alla fine recupera anche una posizione per conquistare un quarto posto che vale assolutamente oro colato, per il crono ottenuto.

Successo per l’etiope Hirut Meshesha 4’09″42, davanti alla spagnola Marta Perez 4’10″34 e alla tedesca, campionessa europea delle siepi, Gesa Felicitas Krause 4’12″02.

Per l’azzurra crediamo possa essere stata un’emozione incredibile, la stessa provata da chi l’ha sempre sostenuta e seguita, anche nei momenti più difficili.

Tutti i risultati

Sport OK Junior