Edoardo Accetta (foto personale)
Edoardo Accetta (foto personale)
FASTWEB

Era stato la grande sorpresa dei campionati italiani indoor di Ancona, a fine febbraio, poco prima dello scoppio della pandemia da Covid-19, quando ottenne un inaspettato titolo italiano nel salto triplo con una balzo a 16,62 che polverizzava il suo personale all’aperto di 16,28.

Edoardo Accetta ha ripreso ieri la sua vita agonistica debuttando a Chiari, in un meeting regionale che l’ha visto primeggiare con un miglior salto non eccezionale, 15,82, ma comunque di buon auspicio per il prosieguo della stagione che immaginiamo sia finalizzata ai Campionati Italiani Assoluti di Padova, a fine agosto, dove cercherà di bissare il successo della competizione al chiuso.

Da noi interpellato queste le parole di Edoardo che era, peraltro, reduce da un piccolo infortunio a maggio.

Diciamo che è stata una gara un po’ affrettata. La lesione al tendine rotuleo che mi sono fatto a maggio mi ha messo parecchio in difficoltá e solo ora sto abbastanza bene da saltare

Avrei preferito esordire magari settimana prossima con qualche sicurezza tecnica in piú, ma non ci sono altre gare da qui agli assoluti e quindi era importante fare un tentativo

Nonostante la misura poco soddisfacente però, questa gara ci ha permesso di identificare con chiarezza gli errori e le lacune da sistemare in queste tre settimane prima degli assoluti

Quindi è stato un passaggio fondamentale per poi competere ai massimi livelli a Padova, che è l’obiettivo di questa stagione di transizione“.

Nella stessa gara il trentanovenne Fabrizio Schembri ha chiuso al terzo posto con 15,39 mentre in un’altra disciplina, i 3000 metri, Luca Alfieri, non ancora ventenne, fissa il suo personale a 8’17″00.

Isabel Mattuzzi in Svizzera tre giorni dopo la Finlandia

Pochi giorni dopo aver corso al Meeting di Espoo in Finlandia, è tornata in pista, in Svizzera a Regensdorf, Isabel Mattuzzi che nei 5000 metri migliora di sei secondi il proprio record personale con 15’47″80 in una gara mista, però, per cui la prestazione non dovrebbe essere statisticamente rilevante.

Nello stesso meeting Joao Bussotti corre i 1500 metri in 3’43″62, Pietro Arese in 3’46″10 e, in un’altra serie, Stefano Migliorati fa 3’46″58.

Al femminile, sempre nei 1500, prima gara di Giulia Aprile che realizza un crono di 4’24″79.

Fastweb Fibra