Euroindoor 2021: 1500 metri

Grandissimi protagonisti, specialmente al maschile, per le sfide di questa disciplina del mezzofondo.

FASTWEB

Questa sera ci saranno le batterie di qualificazione dei 1500 metri maschili, per cui vedremo subito all’opera Jakob Ingebrigtsen, che ha stabilito il primato europeo indoor su tale distanza correndo in 3’31”80 a Liévin lo scorso 9 Febbraio.

Il fuoriclasse norvegese insegue il primo titolo europeo indoor sui 1500 metri della sua carriera dopo la medaglia d’argento vinta due anni fa a Glasgow alle spalle di Marcin Lewandowski.

La sfida tra lo scandinavo e il polacco sarà tra le gare clou dell’intera rassegna continentale.

Jakob Ingebrigtsen: “Quest’anno la preparazione è andata molto bene. Mi sono allenato ai 2300 metri di altitudine a Sierra Nevada in Andalusia insieme a mio fratello Filip”.

Lewandowski ha migliorato il record polacco con 3’35”71 al meeting di Torun e vanta un ricco palmares che comprende l’argento ai Mondiali Indoor di Birmingham 2018, tre ori europei indoor (uno sugli 800 metri a Praga 2015 e due sui 1500m a Belgrado 2017 e a Glasgow 2019) e il bronzo ai Mondiali outdoor di Doha 2019 con il primato nazionale di 3’31”46 e tre medaglie europee all’aperto (oro a Barcellona 2010, due argenti a Amsterdam 2016 e a Berlino 2018).

Filip Ingebrigtsen potrebbe salire ancora sul podio dopo l’oro agli Europei outdoor di Amsterdam 2016 e il bronzo ai Mondiali di Londra 2017.

Gli altri possibili candidati al podio sono il britannico Neil Gourley (3’35”79), il polacco Michal Rozmys (3’36”10) e gli spagnoli Jesus Gomez (3’36”21) e Ignacio Fontes (3’36”89 in questa stagione).

L’Italia schiera il neo campione italiano indoor dei 1500 e dei 3000 metri Pietro Arese e Joao Bussotti (secondo ai Campionati Italiani di Ancona con il record personale sui 1500m di 3’41”04).

Previsioni da podio: 1 Jakob Ingebrigtsen, 2 Marcin Lewandowski, 3 Filip Ingebrigtsen
Finale 1500 metrI: Venerdì 5 Marzo 2021, ore 21.35
Esther Guerrero (foto Michael Steele/Getty Images)
Esther Guerrero (foto Michael Steele/Getty Images)

1500 metri femminili: Vanderelst e Guerrero in gara per l’oro

La lotta per le medaglie di questa gara, le cui batterie saranno domani 5 marzo dalle ore 12.22, si preannuncia molto aperta.

Le potenziali favorite sono le spagnole Esther Guerrero (vincitrice al meeting di Madrid in 4’07”48), Marta Perez (4’09”44), la belga Elise Vanderelst (personale di 4’05”71 a Liévin) e le tedesche Gesa Felicitas Krause (due volte campionessa europea sui 3000 siepi e vincitrice del titolo nazionale sui 1500m a Dortmund nel 2021) e Hanna Klein (4’06”66 a Liévin).

Federica Del Buono torna a gareggiare in una grande rassegna internazionale sei anni dopo il bronzo agli Europei di Praga 2015.

Sarà da seguire con interesse anche la teramana Gaia Sabbatini, che ha vinto il secondo titolo italiano assoluto ad Ancona in 4’13”70 battendo Del Buono.

Gaia Sabbatini (foto FIDAL)
Gaia Sabbatini (foto FIDAL)
Finale 1500 metri femminili: Sabato 6 Marzo 2021 ore 19.50
Previsioni da podio: 1 Esther Guerrero, 2 Else Vanderelst, 3 Gesa Felicitas Krause
Sport OK Junior