Gianmarco Tamberi difende il suo titolo europeo

Stasera alle 19 Gimbo in pedana di qualificazione a Torun

FASTWEB

Stasera intorno alle ore 19, dopo una breve cerimonia di inaugurazione, cominceranno i 36esimi campionati europei al coperto di atletica leggera, con cinque gare di qualificazione per le finali: il salto in alto e il salto in lungo maschile, il getto del peso femminile con, a seguire, le batterie dei 3000 metri femminili e 1500 maschili.

Vedremo impegnati, con copertura televisiva che vi indichiamo in fondo all’articolo, ben 8 azzurri, in questa prima giornata, Antonino Trio nel lungo (dalle 19.08), Chiara Rosa nel peso (dalle 19.15), Giulia Aprile e Ludovica Cavalli nei 3000 metri (batterie dalle 19.30), Pietro Arese, Joao Bussotti e Federico Riva nei 1500 metri (batterie dalle 20.20).

Ma, soprattutto, vedremo scendere sulla pedana del salto in alto, proprio nella prima gara della serata, il capitano della squadra, di ben 44 componenti, Gianmarco Tamberi che parte da campione in carica avendo vinto il titolo nella passata edizione, del 2019, a Glasgow in Scozia.

Gimbo, come viene chiamato da tutti gli appassionati, cercherà di trovare le giuste sensazioni in vista della finale di domenica mattina, alle ore 11.19, proprio nell’Arena di Torun in Polonia dove, il 17 febbraio scorso, nell’ambito della Copernicus Cup di World Indoor Tour, era tornato a saltare una misura, 2,34, che non raggiungeva da oltre 4 anni.

Gianmarco Tamberi (foto Grana/FIDAL)
Gianmarco Tamberi (foto Grana/FIDAL)

A dire il vero, quella gara gli aveva anche trasmesso qualche preoccupazione in quanto venne battuto, a parità di misura ma con un numero inferiore di errori a misure più basse, dai due atleti iscritti che, tra oggi e domenica, potrebbero rappresentare i maggiori ostacoli al raggiungimento del primo importante obiettivo di questo 2021, per lui fondamentale per la presenza dei giochi olimpici.

Gli avversari in questione sono il bielorusso Maksim Nedasekau e l’ucraino Andrii Protsenko ma, la notizia delle ultimissime ore è che quest’ultimo ha dovuto dare forfait a causa di un problema alla schiena per cui, la lotta per l’oro appare assolutamente ristretta tra Tamberi e il bielorusso, con tutti gli altri che potranno giocarsi solo un posto per il terzo gradino del podio.

Se lo contenderanno, probabilmente, l’altro ucraino Dmytro Nikitin, i tedeschi Jonas Wagner e Mateusz Przybylko, il belga Thomas Carmoy (tutti a 2,28 in stagione) oltre al lituano Adrijus Glebauskas accreditato di 2,27 ma attenzione a qualche possibile sorpresa.

Ricordiamo peraltro che Gimbo, dopo la gara di Torun di febbraio si è ulteriormente migliorato, solo pochi giorni dopo, con una sensazionale prova ai campionati italiani assoluti indoor di Ancona dove è riuscito a saltare 2,35, alla prima, miglior prestazione mondiale dell’anno, oltretutto senza nessun errore nelle misure di avvicinamento e dando, nulle tre prove fallite a 2,38, la netta sensazione di esserci molto vicino.

In ogni caso, già questa sera avremo le prime indicazioni di quel che la finale del 7 marzo  potrà riservarci e, chi vorrà godersi tutta la prima serata, potrà farlo grazie alla “diretta tv dalle 19.00 alle 21.00 su RaiSport + HD (canale 57) e RaiSport (canale 58)”.

Gianmarco Tamberi Doha (Foto Colombo Fidal)
Gianmarco Tamberi Doha (Foto Colombo Fidal)

 

Sport OK Junior