Mariya Lasitskene (Foto Fidal Colombo)
Mariya Lasitskene (Foto Fidal Colombo)
FASTWEB

La tre volte campionessa mondiale del salto in alto Mariya Lasitskene ha realizzato il personale indoor con 2.05m al meeting Russian Winter salendo al sesto posto nelle liste mondiali all-time al coperto a 3 centimetri dal record mondiale detenuto dalla svedese Kajsa Bergqvist.

Lasitskene è arrivata ad un solo centimetro dal record russo detenuto da Anna Chicherova e ha saltato una misura pari o superiore a 2.05m per la quarta volta in carriera.

Rojas oltre i 15 metri a Metz

La due volte campionessa del mondo Yulimar Rojas ha realizzato la miglior misura al mondo, degli ultimi dieci anni, nel salto triplo superando la barriera dei 15 metri con 15.03m al meeting francese di Metz.

Era dal 15.14m della kazakha Olga Rypakova nel 2010 che non si saltava così lontano al coperto. Per la venezuelana si tratta della sesta migliore prestazione della storia e del record nazionale indoor. All’aperto Rojas vanta un personale assoluto di 15.41m.

Al secondo salto l’allieva di Ivan Pedroso aveva realizzato la misura di 14.94m migliorandosi rispetto al 14.92m ottenuto lo scorso anno a Madrid. La lituana Dovile Kilty si è classificata seconda con 13.87m davanti a Susana Costa (13.68m). Ottavia Cestonaro si è classificata al settimo posto con 13.33m.

Nelle altre gare spicca il buon 7”21 della gambiana Gina Bass sui 60 metri femminili. L’ivoriano Artur Cissé si è imposto sui 60 metri in 6”69 precedendo di due centesimi di secondo Christophe Lemaitre. Il francese ha vinto i 200 metri in 20”83 realizzando il miglior crono europeo dell’anno.

Il greco Konstadinos Douvalidis si è aggiudicato i 60 ostacoli in 7”59.

L’ugandese Winnie Nanyondo (quarta ai Mondiali di Doha) ha vinto gli 800 metri in 2’01”70 battendo la giovane svizzera Delia Sclabas (2’01”93), la britannica Adelle Tracey (2’02”03) e l’altra elvetica Selina Buchel (2’02”40) e la campionessa mondiale di Doha Halimah Nakaay (2’03”77).

Il mezzofondo ha fatto registrare anche il 3’37”95 di Vincent Keter sui 1500 metri e il 7’36”85 dell’etiope Berihu Aregawi sui 3000 metri.

Lo spagnolo Eusebio Caceres ha sfiorato gli 8 metri nel salto in lungo con 7.97m.

Ferraro terzo a Dortmund

Massimiliano Ferraro si è classificato al terzo posto sui 60 metri in 6”70 nel meeting indoor di Dortmund alle spalle del turco Emre Barnes (6”65) e del britannico Harry Aikinees Aryetey (6”69).

La friulana Desirée Rossit ha chiuso il salto in alto femminile con 1.78m nella gara vinta dalla svizzera Salome Lang con 1.91m.

La giovane olandese Nketia Seedo (argento europeo under 20 alle spalle dell’azzurra Vittoria Fontana la scorsa estate) ha vinto i 60 metri femminili in 7”31 precedendo la campionessa mondiale del salto in lungo Malaika Mihambo (7”37).

Torben Blech ha vinto una buona gara di salto con l’asta con 5.70m precedendo tre atleti alla stessa misura (Ben Broeders, Menno Vloon e Bo Kanda Lita Baehre).

La tedesca Cindy Roleder ha vinto i 60 ostacoli femminili in 8”05 precedendo di due centesimi di secondo la belga Eline Berings.

Melissa Courtney ha vinto i 3000 metri in 8’49”78 davanti all’albanese Luiza Gega (8’52”59).

Doppietta britannica nel meeting di salto in alto di Hustopece

Il tradizionale meeting di salto in alto di Hustopece in Repubblca Ceca ha fatto registrare la doppietta britannica di Tom Gale nella gara maschile con 2.33m e di Nikki Manson nella gara femminile con 1.93m.

Meeting di Chemnitz

Il tedesco Julian Reus ha vinto la finale dei 60 metri in 6”60 dopo aver corso la batteria in 6”64 al meeting di Chemnitz.

Neele Eckhardt si è imposta nel salto triplo con 14.10m.

Fastweb Fibra