Stanotte la Maratona di Abu Dhabi

Ekiru e Kipyego gli atleti di maggior prestigio in gara

FASTWEB

Titus Ekiru e Reuben Kiprop Kipyego sono gli atleti da seguire alla Maratona di Abu Dhabi, che si preannuncia come una rivincita dell’ultima edizione della Maratona di Milano dello scorso 16 Maggio.

Non è un caso che l’evento sia organizzato da RCS Sport and Events, che gestisce anche quello di Milano. Il cast allestito dal team guidato dal veneziano Andrea Trabuio e dal manager bresciano Federico Rosa prevede al via 35 atleti élite con la partenza che verrà data alle 5.45 di domani 26 Novembre (2.45 della notte in Italia) per evitare le ore più calde e permettere agli atleti di gareggiare nelle migliori condizioni.

Federico Rosa: “La Maratona di Abu Dhabi è una delle migliori al mondo. Vogliamo continuare ad offrire una gara di grande livello tecnico anche dopo il periodo difficile che abbiamo attraversato”.

Ekiru ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il quinto tempo più veloce di sempre con un eccellente 2h02’57 in occasione della seconda vittoria consecutiva della sua carriera a Milano, dove vinse anche nel 2019 in 2h04’46.

Mai nessun altro maratoneta aveva corso così velocemente sul suolo italiano. Ekiru ha costruito il grande tempo di Milano con una seconda metà gara corsa in un eccellente 1h01’09.

Il ventinovenne keniano ha vinto altre due maratone a Siviglia nel 2017 in 2h07’43 e a Honolulu nel 2019 in 2h08’00, ma si è ritirato al 30 km alla Virgin London Marathon dello scorso Ottobre dopo essere rimasto nel gruppo di testa fino al passaggio alla mezza maratona.

Titus Ekiru: “Sono felice di essere qui. Sfruttando la rapidità del percorso, voglio correre un’altra volta sotto le 2h03’ e centrare il record del percorso”.

Il primato del percorso appartiene proprio al connazionale Reuben Kipyego, che ha vinto l’ultima edizione della Maratona di Abu Dhabi in 2h04’40 nel 2019 e si è classificato secondo a Milano in maggio alle spalle di Ekiru, migliorando il proprio record personale con 2h03’55, ventiduesimo miglior crono della storia.

Il venticinquenne keniano si è classificato secondo alla Maratona di Buenos Aires nel 2019 in 2h05’18.

L’altro grande protagonista in gara dovrebbe essere il trentanovenne Abel Kirui, che ha vinto due titoli mondiali consecutivi di maratona a Berlino nel 2017 e a Daegu nel 2019, la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 e ha stabilito il primato personale correndo in 2h05’04 a Rotterdam nel 2009.

Più di recente il veterano keniano si è classificato quarto a Londra in 2h07’07, settimo a Chicago in 2h07’52 nel 2018 e undicesimo a Milano nel 2021 in 2h06’52.

Da seguire anche gli altri due top runner Barnabas Kiptum e Philemon Rono. Kiptum si è classificato al terzo posto a Milano nel 2021 in 2h04’17. Rono ha un record personale di 2h05’00 stabilito a Toronto nel 2019.

Vivian Kiplagat guida la starting list della gara femminile. La trentenne keniana torna ad Abu Dhabi dove conquistò il successo nel 2019 in 2h21’11”. In carriera ha vinto due edizioni della Maratona di Milano nel 2018 in 2h27’08” e nel 2019 in 2h22’25” e tre altre gare sulla distanza dei 42 km a Buenos Aires (2h29’03”) e a Honolulu (2h36’22”) nel 2018 e a Città del Messico in altitudine in 2h33’27” nel 2019.

Quest’anno Kiplagat si è classificata terza alla mezza maratona di Copenaghen in 1h06’07 e quinta alla maratona di Chicago in 2h29’14.

L’avversaria più accreditata è l’etiope Alemu Megertu, che ha vinto la Maratona di Roma in 2h22’52 e si è piazzata al secondo posto a Francoforte in 2h21’10 nel 2019. Megertu si è classificata quarta nella mezza maratona di Copenaghen in 1h06’43 nel 2019 e ha partecipato due volte alla Maratona di Londra nel 2020 (2h24’23) e tredicesima nel 2021 (2h27’18).

L’atleta del Barhein ma di origini keniane Eunice Chumba proverà a migliorare il suo record asiatico di 2h23’10 realizzato alla Maratona di Milano nel 2021. Sharon Cherop, atleta accreditata di un argento ai Mondiali di Daegu 2011 e di un personale di 2h22’28” realizzato a Berlino nel 2013, torna alle gare dopo la pausa per maternità.

Eunice Chumba: “Sono fiduciosa per la gara di Abu Dhabi perché la preparazione è andata molto bene. Il record del percorso è in pericolo”.

Andrea Trabuio ha parlato delle aspettative per la Maratona di Abu Dhabi.

Il percorso toccherà i luoghi principali di Abu Dhabi mantenendo le caratteristiche di tracciato molto veloce per gli atleti. Con le tante gare in calendario in questo periodo non è stato facile allestire il cast ma grazie alla collaborazione di Federico Rosa abbiamo l’atleta più veloce al mondo di quest’anno e alcuni dei migliori maratoneti della stagione”.

Sport OK Junior