Super Vetter due volte oltre i 90 metri nel giavellotto

Il giusto approfondimento sui due grandi lanci del fenomenale giavellottista tedesco apparso in ottima condizione ma bene anche la connazionale Sara Gambetta che, nel getto del peso, ottiene il minimo olimpico.

Il campione del mondo di Londra 2017 Johannes Vetter ha realizzato due misure oltre i 90 metri nel giavellotto nella prima giornata della Coppa Europa di lanci a Spalato in Croazia in una gara di ottimo livello nella quale ha messo a segno sei lanci validi con una media complessiva di 88.66m, una distanza che nessun altro specialista ha superato in questa stagione.

Il ventottenne tedesco ha aperto la gara con un super lancio da 91.12m al primo tentativo in una giornata mite e soleggiata con una temperatura di 20°C.

Nei successivi lanci Vetter ha confermato il suo eccellente momento di forma realizzando 90.43m, 89.63m, 88.34m, 84.20m e 88.23m.

Due settimane fa Vetter ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con 91.50m a Offenburg. La prossima gara di Vetter sarà il meeting Golden Spike di Ostrava in programma il 19 Maggio.

Vetter ha rilasciato le dichiarazioni post gara al sito della Federazione tedesca leichtathletik.de.

Johannes Vetter: “Mi sono sentito molto bene. E’ stata una gara difficile perché la pedana era scivolosa. All’inizio della settimana ho chiesto al mio allenatore quale fosse il mio obiettivo per la gara di Spalato. Mi ha detto che era lanciare due volte oltre i 90 metri. Penso che sia stato un buon lavoro”.

La Germania può contare su cinque atleti di altissimo livello e la lotta per tre soli posti nella squadra olimpica per Tokyo si preannuncia serrata. Oltre a Vetter ci sono il campione olimpico in carica Thomas Rohler, il vice campione europeo Andreas Hofmann, Julian Weber e Bernard Seifert.

Ho rinunciato al periodo di allenamento in Turchia per non correre rischi di contagio. Ho già ricevuto la prima dose di vaccino e aspetto la seconda. Non ho avuto effetti collaterali. L’obiettivo di questa stagione è la medaglia d’oro alle Olimpiadi”.

Il moldavo Andrian Mardare si è classificato secondo con l’eccellente misura di 86.66m precedendo il bielorusso Pavel Mialeshka (82.55m).

Andrian Mardare: “Sono contento perché ho realizzato il minimo per le Olimpiadi. L’obiettivo era lanciare oltre gli 85 metri. Spero di ripetere questa misura più volte durante la stagione”.

Sempre in chiave tedesca Sara Gambetta ha vinto il getto del peso femminile stabilendo il record personale e il minimo per le Olimpiadi con la misura di 18.86m nella gara disputata nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro di Spalato.

Nel sesto tentativo Aliona Dubitskaya si è avvicinata pericolosamente arrivando a sette centimetri dalla vittoria con 18.79m.

Sara Gambetta: “Sono molto felice di aver realizzato il minimo per le Olimpiadi Ho lavorato molto sulla tecnica nelle ultime settimane. Spalato è un posto molto bello per disputare gare di getto del peso. Il clima era perfetto”.

Sport OK Junior